Vi racconterò come siamo arrivati alla messa in scena dello spettacolo “Le donne di Goldoni” della compagnia I Conviviali sotto la direzione di Iula Rossetti.
Una sfida non solo attoriale, ma soprattutto organizzativa e scenica.
Ma andiamo per ordine….

Ottobre 2015
Decidiamo di puntare buona parte della resa scenica sulle parrucche.
….ma come farle a basso costo e rendendo portabili grossi volumi??

Ecco i miei primi studi:

….. LA CANAPA!! se gli idraulici sapessero…. 🙂

Ma adesso come fare a sviluppare 27 PARRUCCHE in così poco tempo??

Dopo mille vicessitudini, conosco la professoressa Varbella del liceo artistico Paul Klee la quale mi informa del nuovo indirizzo sperimentale del liceo, scenografia.
Dopo una prima selezione, un gruppo di talentuosi e volenterosi ragazzi decide di aiutarci nell’impresa mettendo a disposizione parte del loro tempo libero.

Sono Valentina Viviano, Giulia Zini e Lorenzo Solari ai quali si aggiungono altri 2 ragazzi, stavolta dell’accademia ligustica di belle arti, Chiara Giovannini e Enrico Casini.

Una voglia di giocare, creare, scoprire….UNICA. Davvero bello lavorare insieme!
Qualche immagine scattata durante il nostro laboratorio:

Sull’onda dell’entusiasmo, i nostri “angeli custodi” ci hanno assistito anche il giorno dello spettacolo dietro le quinte. Ecco il loro KIT di sopravvivenza:

Ed ora, Signori e Signore,
“Le Donne di Goldoni” dei I Conviviali, regia Iula Rossetti: